È seriamente ora di divertirsi! PNL al lavoro e nella vita

7 February, 2012

pnl-divertimento-sul-lavoroAmo divertirmi! E lo faccio ovunque posso: con gli amici, con la Noe, durante i corsi di PNL, con i miei genitori e mio fratello… generalmente mi circondo di gente simpatica e con la battuta pronta, amo essere in un clima di questo tipo.

Oggi voglio raccontarti un aneddoto capitato la settimana scorsa sempre durante il public speaking. Eravamo in aula, stavamo lavorando con gli allievi e, casualmente :-) sono scappate un po’ di battute, risate e applausi.

Come ogni tanto capita, dopo qualche minuto entra la responsabile di un corso che si svolgeva nell’aula accanto alla nostra e chiede ai miei assistenti se possiamo abbassare il volume perché stanno facendo una lezione anche loro… da davanti la sala me ne rendo conto e dico ai partecipanti sussurrando “ok facciamo entusiasmo con meno volume altrimenti li disturbiamo” :-)

E fin qui, tutto nella norma.

Al primo break mi avvicina la signora e mi dice “mi scusi se prima sono entrata nella sua aula”, io ovviamente parto con un “si figuri, ha fatto bene a venire a dircelo se vi stavamo disturbando”e qui l’inaspettato…

Lei fa “no, ma quale disturbo, è che noi stiamo facendo un corso si omeopatia ed è noiosissimo… i partecipanti stavano sentendo le risate e gli applausi ed erano frustrati perché voi vi divertivate e loro no.

La mia espressione deve essere stata priceless!

Lo spunto di oggi è questo: non è l’omeopatia noiosa… e neppure la matematica o il diritto o la ex 626 (la sicurezza sul lavoro)… ma è il COME vengono trattate queste “materie”.

Nel dicembre del 1994 per la prima volta mi fu posta questa domanda: lo sai qual è la differenza tra serio e serioso?
All’epoca avevo quasi 18 anni quindi sul mio volto credo fosse dipinto un bel punto interrogativo.
Il trainer del corso continuò: la serietà ha a che fare con l’importanza del contenuto. L’istruzione è una cosa seria, il lavoro è una cosa seria, la famiglia e le relazioni sono una cosa seria…

La seriosità invece ha a che fare con il modo in cui si fanno e si trattano queste cose. Essere seriosi significa avere l’atteggiamento grave, appesantire l’aria che si respira e che si fa respirare a chi ti sta attorno, avere l’aura di ink@$$% addosso tutto il giorno…

STOP! Guarda questo video.

Questo Claudio è un genio, sono morto dalle risate :-) Ha reso quello che in teoria è un annuncio di per sé noioso o comunque “normale”, un’esperienza esilarante!

Be’ a 18 anni distinguevo semplicemente tra professori noiosi e con i quali era vietato fare volare una mosca e professori che invece ti mettevano a tuo agio e lasciavano spazio a una battuta e una risata ogni tanto.
Oggi vedo ambienti di lavoro depressi con persone che timbrano il cartellino e fanno il minimo sindacale (o purtroppo a volte anche un po’ meno…), oppure ambienti dinamici e persone impegnate che si danno da fare per raggiungere gli obiettivi.

La grande differenza che sento è che i primi fanno un lavoro, i secondi, oltre a produrre, si divertono e trasmettono passione! E probabilmente spesso tornano a casa sereni alla sera…

pnl-verdone-professoreMa torniamo al public speaking… dopo essermi ripreso dallo shock rispondo alla tipa: “scusa fammi capire: il trainer non potrebbe fare qualche battuta in più e farli ridere o trovare il modo per alleggerire l’atmosfera?”
Risposta: “no, in queste giornate non si può, l’argomento non lo permette!

Ho capito, sono io che vengo da un mondo diverso… nel mio mondo si ride e si impara, si scherza e si impara, ci si diverte e si impara, si gioca e si impara, si fa la battuta e si imparanon si vive seriosamente e si impara… effetto collaterale? Si sta bene :-)

La persona che mi fece quella domanda nel 1994 si chiama Livio Sgarbi e ti assicuro che, da allora, di anni ne sono passati (e di capelli ne sono caduti.. sob!), di sfide ne abbiamo affrontate, abbiamo vissuto unioni e separazioni, momenti magici e momenti molto difficili… ma sempre con il sorriso sulle labbra e la voglia di trovare il lato ironico delle situazioni!

Credo sia questo uno dei segreti del benessere nel nostro ambiente di lavoro in Ekis: amiamo l’ironia, l’autoironia e vogliamo divertirci sempre.

Qualche tempo fa pubblicavo un articolo sulla fun theory e anche il mitico Coach Giuse nel suo blog suggeriva recentemente di creare ambienti felici attorno a te. Leggi questi articoli per prendere qualche spunto in più!

Se invece non hai tempo ora di leggere, inizia ad utilizzare il mantra molto utile che ci suggerisce Richard Bandler. Chiediti: “Am I having fun yet?” (trad. “ho già iniziato a divertirmi?”).
Se la risposta è ancora no, cerca nuove strade e inizia… ne vale la pena!

Buon divertimento 😉

Tags: , , , , , , , ,
| Commenti (51)



51 Commenti per: “È seriamente ora di divertirsi! PNL al lavoro e nella vita”



  1. domain

    I think the admin of this web page is genuinely working hard in favor
    of his site, because here every stuff is
    quality based data.

Corsi di PNL Ekis

Master in Coaching