Nutri ciò che ti piace di te: PNL e la leggenda dei due lupi…

1 January, 2013

Buon Anno :-)

E anche il 2013 è arrivato, alla faccia dei Maya (che andrò a trovare tra un paio di giorni in Messico hihihi 😀 )!
Ne è passato di tempo dall’ultimo articolo che ho scritto sul mio blog… eh sì, quasi 6 mesi… forse dovrei vergognarmi un po’… ma non lo farò 😛 (anche perché tanto se mi vergogno adesso gli articoli passati non si scrivono comunque da soli!). Meglio sedersi alla tastiera e cominciare a scrivere…

In realtà, proprio in linea con l’augurio che ti avevo fatto l’anno scorso (ovvero “inizia a scrivere il tuo libro personale e scegli il genere che ti piace”), in questi sei mesi ho continuato a scrivere offline… contribuendo alla creazione di 2 libri :-)

seven-practical-applications-of-nlp
1) A novembre è uscito il libro “Seven Practical Applications of NLP”, scritto in occasione della conferenza europea di PNL ad Amsterdam in cui ho avuto l’onore di essere relatore insieme a Richard Bandler e altri 6 top della PNL mondiale. In questa pubblicazione ho curato la parte di applicazione della PNL allo sport (mental coaching e coaching di squadra) insieme al mio collega e amico Anders Piper (direttore mondiale dello Sport Coaching per la Society of NLP).

pnl-coming-soon2) E soprattutto, tra qualche giorno vedrà la luce il mio nuovo libro sul team coaching di cui sono un sacco orgoglioso (il libro uscirà in inglese, ma vedrò di tradurlo il prima possibile anche per il mercato italiano!). Anche questo scritto a quattro mani con Anders: coppia prolifica 😀

Bene, ho finito con le autocelebrazioni! 😀

Come è andato il tuo 2012? Hai archiviato l’annata? Se non l’hai ancora fatto ti consiglio di dedicarci un pizzico di tempo… in fondo all’articolo ti metto un paio di link da leggere per fare un po’ di auto-coaching e prepararti al meglio!

pnl-stop-alle-lamenteleMa veniamo a noi: nel mio augurio di buon 2012 scrivevo “basta lamentarsi e su le maniche”… be’ credo che questo valga, a maggior ragione, anche per il 2013. Proprio nell’ultimo mese ne ho avuto delle dimostrazioni pratiche: la lamentela inaridisce la vita e i rapporti… e anche persone meravigliose si intristiscono e allontanano chi sta loro attorno. Non essere la mela marcia che contamina le altre, altrimenti è facile che le persone se ne vadano o, peggio, che continuino a starti vicino solo per abitudine… ma vorrebbero essere da tutt’altra parte!

Non continuo il discorso perché l’ho già approfondito nell’articolo all’inizio del 2012… (ri)leggilo bene, ne vale la pena!

Quest’anno invece voglio soffermarmi su un altro concetto, che è il passo direttamente successivo allo stoppare le lamentele: alimenta la parte bella di te.

Più che spiegartelo concettualmente, uso una metafora. È una vecchia leggenda Cherokee che ho sentito raccontare qualche mese fa durante il Practitioner di PNL a Londra da Kathleen La Valle e mi ha fatto riflettere: parla di due lupi…

pnl-leggenda-dei-due-lupiUn anziano Cherokee stava raccontando al nipote la propria vita…

C’è una guerra dentro di me: è una lotta molto dura tra due lupi. Uno è cattivo – è sempre arrabbiato, vive nel dolore, è invidioso, ingordo, colpevole di molte colpe, con risentimento verso il prossimo, indulgente con se stesso, bugiardo e con un orgoglio finto.

L’altro invece è buono – è la gioia, la pace, l’amore, la speranza, la serenità, la compassione, l’umiltà, la benevolenza, la fede e la verità…

La stessa lotta che c’è dentro di me adesso c’è anche dentro di te ed è dentro ogni persona…”
Il nipote ci pensa su per qualche istante poi guarda il nonno e gli chiede: “Quale di questi due lupi vince?”

E il vecchio Cherokee, molto semplicemente, risponde: “Quello che nutri…”

Ti auguro in questo nuovo anno di nutrire ciò che vuoi esprimere nella tua vita… pensa, comportati e muoviti ogni giorno in quella direzione che, per te, ha un cuore.

Vuoi che il tuo lavoro ti dia passione? Mettici passione, appassionati mentre lo fai.
Vuoi che le tue relazioni ti diano amore? Dai amore a chi ti sta attorno.
Vuoi che le tue giornate ti diano felicità? Sii felice. Stare bene ed essere felici sono processi, non una cosa che hai o non hai! E lo stesso vale per le altre sensazioni. Non si ottengono e non si mendicano… le crei tu! Ne sei capace, nascono da te.

L’Amore non te lo dà un’altra persona, ce l’hai dentro di te e puoi scegliere di tirarlo fuori quotidianamente. Nel suo libro “Innamorarsi dell’Amore”, Osho dice “… non si tratta di un fenomeno visibile. Non può essere dissezionato, non può essere analizzato, può solo essere vissuto, lo si può conoscere solo attraverso l’esperienza…”. Allenati ad amare.

È facile? No, non sempre, lo so… ma anche questa è un’abitudine. Nutri ciò che di te stesso ti piace… e sarai in grado di esprimerlo ogni giorno di più.

Un pensiero che mi aiuta a mettere in pratica tutto ciò è credere che, come canterebbe il Liga, il meglio deve ancora venire e allora ogni mattina penso a come farlo arrivare proprio oggi… :-)

Ti lascio con un pezzetto di video che un amico (grazie Francesco 😉 ) mi ha mandato qualche giorno fa via mail. È tratto dal film “Una settimana da Dio” e si intitola Sii il tuo miracolo.

Ancora auguri per uno strepitoso anno.

P.S. Ecco i link utili che ti ho promesso per un po’ di self-coaching:
– Livio ti insegna a “fare come lui” e ripartire con slancio: Scampati anche alla profezia Maya, mi chiedo: quale nuovo spauracchio troveremo? Fai come me…
– Obiettivi ben formati. Ecco le caratteristiche che deve avere un obiettivo affinché sia più “semplice” raggiungerlo (articolo di 3 anni fa, ma sempre di moda): Un po’ di PNL per un fantastico anno

Tags: , , , ,
| Commenti (24)



24 Commenti per: “Nutri ciò che ti piace di te: PNL e la leggenda dei due lupi…”



  1. Nutri ciò che ti piace di te: PNL e la leggenda dei due lupi… | Coaching per te

    […] Vuoi iscriverti ai commenti per questo post? […]

  2. Chiara

    Alle,è meraviglioso!
    Le tue parole risuonano in me…nutrire la mia parte bella è l’impegno a cui dedicherò tempo,energia e passione!
    Grazie amico mio.E sarà un altro grande anno,insieme!

  3. Alle

    Grazie Chiara x le tue parole.
    Un bacione grande e un super in bocca al lupo x un anno strepitoso!
    A prestissimo

    Alle

  4. Cate

    ciao ALLE,
    di questo articolo ho scelto una frase chiave che voglio mi accompagni tutto quest’anno: smetti di lamentarti e tirati su le maniche…
    a volte me ne dimentico…

    sei sempre illuminante…

    un bacione

  5. Alessandro Mora

    :-) brava Cate! Buon lavoro cara.
    Un abbraccio

    Alle

  6. lisa :-)

    Grazie alle! Il mio proposito per il 2013 è mettere davvero in pratica una frase che più di dieci anni fa ho sentito e mi ha portata a cercare un libro e iniziare un percorso che è diventata la mia strada..il libro lo conosci bene.. I sette pilastri del successo di covey:”sii “luce non giudice, sii esempio non critico”
    E tv al pract mi hai fatto davvero capire cosa questa frase mi stava dicendo da anni ma che ho compreso veramente solo da poco! Grazie! Strepitoso 2013 a te e tutti i tuoi cari.. Con immensa stima.. Ti voglio bene.. Lisa :-)

  7. Alessandro Mora

    Ciao Lisa,
    Grazie mille per le tue parole… mi fa tanto piacere averti ispirato nel fare tua quella frase.
    Un abbraccio e uno strepitoso 2013 anche a te :-)

  8. Giuse

    Hey… non sapevo del libro in uscita? Bè… ma si fanno queste cose al tuo zio????!!!!

    😀

    Congratulazioni Alle, sei davvero un pezzo grosso della PNL… e mammamia quanto Olio di Gomito ci hai messo per diventarlo!

    Sei un esempio!

    Buon anno e buon viaggio 😉

  9. LINA

    bella la leggenda dei 2 lupi giunge al momento giusto per prendere la decisione migliore per me.Carino anche lo spezzone del films,Mi sono sentita molto fortunata nel leggere tutto ciò.Grazie

  10. Alle

    Grazie Zioooooo :-)
    Eh sì progettino niente male… non ne ho praticamente mai parlato… ma ormai ci siamo!
    Grazie mille x le tue parole, troppo buono 😉
    E ora vacanzaaaaa!!!

  11. Alle

    Grazie Lina x il tuo commento :-)
    Mi fa un sacco piacere che siano arrivate al momento giusto 😉
    Un abbraccio e a presto

  12. giuliana

    Che dire quando si è senza parole ? potrei dirti grazie per quella che sarò …per essere il mio punto di riferimento guida e stimolo per raggiungere l’obiettivo che mi sono prefissa > un pezzetto di mondo migliore .Grazie grazie .. anche da parte di tutti i ragni che non devono più fuggire terrorizzati dai miei urli terrificanti …Buon Anno !

  13. Alessandro Mora

    😀 il grande grazie dillo a te Giuliana… siamo stati solo catalizzatori…

    Un abbraccio grande e continua così 😉

  14. Andrea

    Ciao Ale io che da 3 4 anni mi nutro volentieri di Bandler Robbins ecc… sono andato a sbattere in osho da un paio di giorni. Nel percorso filosofico-esistenzialista che un po tutti credo imbocchiamo nell’adolescienza mi sono imbattuto in un mucchio di cervelli belli pesantucci e ho nuotato in un mare di idee, ragionamenti pensieri diversi e chi più chi meno positivi fra cui nella mia “ricerca” mi affascinò molto il pensiero orientale la ricerca interiore che trascende tutto fino alla famigerata illuminazione. E l’ho vista sempre come un mito diciamo, una cosa che i vari budda della storia dell’uomo ci descrivono come l’indescrivibile, la visione della verità…. Una specie di mito.
    Adesso leggo di questo osho, e leggo dopo che ha raggiunto l’illuminazione….. come? cosa? così lo dite facile facile…
    Poi il lama tibetano più famoso caposcuola del buddismo insieme al dalai lama e un altro “un budda vivente”…. sono sotto shok, allora comincio a vedere qualche video e all’inizio mi sembra un abilissimo ipnotista ma poi comincio a cambiare un po idea ti dico la verità pensare che mi sono perso un Gesù o un Budda perchè morto da poco non mi piace molto. Poi mi sono chiesto ma Bandler l’avrà conosciuto ne avrà un opinione Robbins qualcuno che mi possa dare un parere… in poche parole tu hai visto qualche video hai un idea di quello che è dell’illuminazione grande performance che si raggiunge a quanto pare ogni svariate centinaia o miliaia di anni da alcune persone eccezionali e sul fatto che questo sia la maggiore aspirazione lo scopo in qualche modo…. ehi non mi congedare con una rispostina però, sono un po curioso cos’è che succede nella coscienza e nell’incoscenza è uno stato di “trance”, a me quello che fa lui in meditazione dinamica mi sembra ipnosi….

  15. stefano

    Mamma mia !!! l’ho riletto .. riletto..
    c’è l’essenza del cambiamento in queste tue parole,
    d? impegni permettendo .. potresti scrivere più spesso?
    GRAZIE

  16. Alle

    X Stefano: farò del mio meglio :-)
    X Andrea: onestamente non ne ho idea… credo che gli stati di illuminazione siano stati di grande consapevolezza e centratura in cui il conscio e l’inconscio si allineano… ma non ho mai fatto approfondimenti per avere certezze a riguardo. Sorry.

    Grazie dei commenti

  17. andrea

    Che aspetta bandler a modellare anche questo stato mentale. C’è un motivo particolare perchè non se ne sia occupato visto che si è modellato di tutto, poi DHE NHR ma niente notizie di questi tizi, adesso ho visto anche Eckhart Tolle. Possibile che Bandler non sia curioso, non abbia idee a riguardo… (Magari se gli fai tu qualche domandina visto che lo hai sottomano… :)

  18. Alle

    Ciao Andrea,

    non so se il tuo presupposto (che non abbia modellato questi stai) sia corretto… quando lo vedo glielo chiedo :-)
    Bye bye

  19. andrea

    gliel’hai chiesto?

  20. andrea

    eckart tolle, krisnamurti, osho, Gurdjieff, Andrew Cohen allora “la PNL” che ne dice sentiamo

  21. Alessandro Mora

    Ciao Andrea,
    la PNL non è un essere umano, quindi non pensa, non ha un’opinione, non decide… :-)
    Purtroppo a marzo mi sono dimenticato di chiedere a Bandler degli stati di illuminazione e dei personaggi di cui mi scrivevi (se vuoi però sarà a Milano il prox weekend e puoi chiederglielo direttamente tu).
    Un saluto e alla prossima

  22. andrea

    non sono molto incoraggiato a investire 1000 euro per domandarglielo perche’ se neanche un master trainer supera il livello dello zero per dare un opinione e’ comunque una risposta a quello che volevo sapere, che praticamente non ci capite… ovviamente la pnl non e una persona che ci puo capire e’ come dire la l’informatica non ci capisce di disegno artistico, ovvero dire mi dispiace non ti posso spiegare in termini informatici il disegno di leonardo… spero che ci arrivi ora 😀

  23. andrea

    il presupposto che non ha mai modellato questi stati perche’… vabbe’ e’ lunga da spiegare e probabilmente la questione e’ piu semplice che magari non ti importa come a que questo argomento e in pratica me la sbroglio da me….. :)

  24. Alle

    Andrea, la mia opinione a riguardo te l’ho data nel primo messaggio.
    Se non ti soddisfa, mi spiace.
    Io sono molto più concentrato a creare stati utili x me x le persone con cui lavoro e a usarli x creare un cambiamento. Poi che questi stati li etichettino come illuminazione, trance, ipnosi dinamica, flow, zone, groove, stato di grazia, flash, beatitudine, ecc. non mi interessa particolarmente.
    Ti do volentieri le risposte sulle cose che studio e faccio io, non pretendo invece di sapere tutto ciò che fa Bandler (se x qualche ragione non me l’ha detto). Detto ciò ti auguro una buonissima ricerca e approfondimento e, se ti va, magari sarai tu a insegnare a me ciò che hai scoperto.
    Un salutone

Corsi di PNL Ekis

Master in Coaching