Quale Paese delle Meraviglie? PNL in 3D

5 April, 2010

pnl-in-3d

Oggi ho portato i miei genitori a vedere Alice in Wonderland in 3D. Erano più di 40 anni che non mettevano piede dentro un cinema (proiettavano “Il dottor Zivago”)… riesci ad immaginare l’esperienza che hanno vissuto?

Innanzitutto erano increduli! Le dimensioni della hall, la libreria e i ristoranti, il punto playstation per i bambini… All’epoca c’era solo la maschera che strappava i biglietti all’entrata, neppure un bar.
Entriamo in sala, si mettono gli occhialini 3D ed inizia il divertimento :-) Mia mamma non riusciva a smettere di ridere, si è scansata almeno 4 volte mentre il Bianconiglio le lanciava gli oggetti (era più forte di lei, pensava la stesse per colpire)… che meraviglia!

Alla fine del film ho chiesto loro: “cosa vi è piaciuto di più?” e loro mi hanno risposto “la profondità, i prati colorati, i suoni… sembrava tutto così vero!”.

Devo ammettere che tutto ciò mi ha fatto pensare: quanto è profonda, colorata e meravigliosa la nostra realtà mentale? Quanto sono ricche le nostre rappresentazioni interne? Aspettiamo unicamente di andare al cinema per mettere gli occhiali 3D o lo facciamo anche nella vita di tutti i giorni all’interno della nostra mente?

Hai voglia di fare un esperimento? Potremmo chiamarla “tecnica di Alice in WonderPNLand” :-)

1) Prendi un obiettivo in cui sei impegnato ma per il quale hai perso un po’ di motivazione.

2) Immagina di essere nella sala cinematografica di un IMAX theatre o in quella con lo schermo più grande che puoi pensare.

3) Sullo schermo metti il film del tuo obiettivo e guarda te stesso (dissociato) e le azioni che fai per raggiungerlo.

4) pnl-con-occhiali-3dOra indossa i tuoi occhiali 3D e aggiungi la terza dimensione, fai brillare i colori, nota la profondità, guarda tutti i dettagli del film del tuo successo… ascolta i suoni in audio surround digitale che ti avvolgono completamente, ascolta la tua voce interiore che rieccheggia profondamente… immagina di essere il direttore degli effetti speciali e goditi le sensazioni che ti dà tutto questo spettacolo… aggiusta tutti i dettagli finchè non diventa ancora più attraente.

5) Entra dentro il film (associati) ed espandi la sensazione di orgoglio, soddisfazione ed entusiasmo, falla girare in tutto il corpo… poi raddoppia l’intensità di questa sensazione, sorridi e aggiusta i piccoli dettagli per rendere l’immagine e i suoni perfetti!

6) Esci di nuovo dal tuo corpo (ri-dissociati) e guarda ancora il film comodamente dalla tua poltrona, godendoti lo spettacolo del tuo attraente successo e… nota come tutto sembra così vero!

Ai corsi di PNL insegno che “la mappa non è il territorio”… ma, come dice John La Valle, dobbiamo ricordarci anche che “il territorio è la mappa”… Tutte le tecnologie strabilianti che rendono più affascinante la nostra realtà nascono da quella mente che pensa in grande, in 3D, su schermi enormi e con il surround avvolgente.

Fai in modo che la tua realtà interna sia ricca e piena di immagini e suoni che ti piacciono e che ti fanno stare bene (sottomodalità). Siamo noi i registi della nostra mente… nessun altro!

E se per caso stai pensando che alcuni obiettivi sono impossibili, beh, come disse la Regina, esercitati mezz’ora al giorno e forse riuscirai a credere a sei cose impossibili prima di colazione… :-)

Chissà se mamma e papà stanotte faranno sogni strani…

Buona Pasquetta

Tags: , , , , ,
| Commenti (7)



7 Commenti per: “Quale Paese delle Meraviglie? PNL in 3D”



  1. Andrea

    Ho appena visto un gran bel FILM!!!
    Adesso è il momento di farlo diventare realtà!
    Ciao,
    Andrea.

  2. Daniela (senzapanna)

    HO visto il film un mesetto fa e c’ho trovato dentro tanti spunti.
    A un certo punto Alice dice una cosa del tipo: “non ho paura è solo nela mia mente” e il cagnone che la ineguiva (o era il mostro, non ha importanza) si ferma.
    beh! com’è vero tutto questo.

    In un libro di Pennac c’è scritto (sempre più o meno): la realtà fa meno paura del peggiore dei nostri incubi.

    Basta aprire gli occhi e rendersi conto che sono solo immagini create nella nostra mente.

    Oppure basta chiuderli e crearci le “nostre” immagini.

  3. Federico Fogliano

    wooow Alle, che ideona! E’ Fantastico!!
    nel momento in cui metti gli occhialini e passi da 2D a 3D e i colori si accendono è come fare un balzo in un altra dimensione!
    Ora il mio obiettivo è VIVO!
    E pensa che non sono mai stato in un cinema 3D, ma questo non mi impedisce di immaginarlo!
    grazie
    ciao
    Federico

  4. Mariagrazia

    Ale, tu pensi che siautilizzabile per il golf?

  5. Alle

    Certamente!!!! :-)

  6. Patrizia

    A volte sognare è l’unico modo per uscire dalla monotonia e dalla tristezza di una vita piatta e frustrante. Se tu mi garantisci che se ci si esercita tutti i giorni i sogni potranno realizzarsi….perchè non continuare a sognare? In fondo non c’è nulla da perdere…basta crederci! Grazie

  7. Royal

    You know, the internet is still expanding at an exponential rate. I don’t get it, how do you think this applies?

Corsi di PNL Ekis

Master in Coaching