Successo… o sta succedendo?

17 February, 2010

Tutti lo sognano fin da bambini. Alcuni lo associano alla notorietà, altri al denaro, altri ancora alla soddisfazione e alla realizzazione personale. Ma cosa significa avere successo? E chi lo raggiunge veramente?

Beh innanzitutto il successo è letteralmente il participio passato del verbo “succedere” e piennellisticamente parlando si tratta di una nominalizzazione. Purtroppo, come tutte le nominalizzazioni, anche in questo caso viene persa la parte attiva del verbo da cui deriva.

Concretamente infatti il successo non accade, ma per viverlo bisogna muoversi e far accadere le cose.

Mentre scrivo mi trovo in aereo con destinazione Orlando (Florida): passerò le prossime 3 settimane insieme a Richard Bandler, John La Valle e tutto il Top Team della Society of NLP. Come al solito sarà per me un momento di apprendimento enorme… ogni volta che vedo all’opera questi personaggi mi rendo conto di quanta strada c’è ancora da fare e quante cose voglio ancora imparare.

Tornando al mio volo, ho appena finito di vedere un film, il remake del successo degli anni 80 Fame – Saranno Famosi.
In una scena la protagonista ha descritto il successo in questo modo:

“Ci sono alcune cose che il successo non è: non è fama, non è denaro, non è potere.
Il successo è svegliarsi alla mattina talmente eccitata per quello che devi fare che non vedi l’ora di uscire di casa.
È lavorare con gente che la pensa come te. Il successo è avere un contatto con il mondo e dare emozioni agli altri, è riuscire a trovare un modo per unire persone che non hanno nulla in comune se non un sogno. È andare a dormire la sera sapendo che hai dato il meglio di te.
Il successo è gioia e libertà e amicizia e il successo è amore”.

Mentre ascoltavo queste parole mi sono tornate alla mente tante immagini di mie successi. Hanno iniziato ad apparirmi domeniche mattine in cui mi svegliavo all’alba per andare ai corsi, tantissime persone che mi sorridevano e mi ringraziavano, poi tornei di pallavolo estivi con i miei compagni di squadra… e a ruota passeggiate mano nella mano con la mia Noe oppure noi due insieme sdraiati sul divano abbracciati a guardare Lost :-)

Ho pensato al mio primo grande viaggio in America tutto solo… quanta paura mentre atterravo a Los Angeles e non sapevo ancora dove e con chi sarei andato ad abitare… ma anche che orgoglio grande! Ricordo che in quel momento mi sono dato una pacca sulla spalla e mi sono detto: “bravo Alle, questo l’hai creato tu! Stai diventando grande”.

E mentre penso a questi ricordi, sorrido e mi dico quanto sono felice per ciò che è successo e soprattutto per voler continuare a far succedere belle cose… :-)

Tags: , , , ,
| Commenti (5)



5 Commenti per: “Successo… o sta succedendo?”



  1. Concita

    Bravo, Alle. Mi permetti di dartela anch’io una pacca sulla spalla? Te la meriti proprio! E un’altra la do anche a me stessa…
    A presto

  2. mel matteo

    leggo il tuo articolo e penso al mio percorso…visstuo con l’ansia del “devo dare di più” con l’ansia del “non è abbastanza” con la certenza inconscia di non essere in grado, di non essere all’altezza. Purtroppo la mia leva è stata il dolore… non ero adeguato, ne per me, ma soprattutto per gli altri… non mi era dato di sbagliare… per me il successo è guardare indietro e rendermi conto che sono guarito da tutto ciò..ed ora, posso davvero godermi ciò che in passato ho sofferto!!! maledette credenze inconsce sabotanti!
    apparentemente non centra molto il mio discorso con il tuo articolo, ma il mio pensiero è partito autonomamente leggendo i tuoi ricordi! lo sai la cosa bella qual’è? La prima volta che ho goduto del cambiamento è stato all’excellence, ma il colpo di grazia alla mia storia l’hai dato tu con quel meraviglioso ed illuminante esercizio sulla time line!! zenkiu!

  3. Concita

    Ciao Matteo, anche se non ti conosco ti dico che quando io ho letto l’articolo di Alle, ho fatto più o meno le tue stesse riflessioni anche se quella parte del percorso che tu hai già brillantemente concluso, io la sto percorrendo ora: non sono ancora arrivata a liberarmi del tutto del mio senso di inadeguatezza, ma alcuni passi importanti in questa direzione li ho fatti. Spero anch’io di poter festeggiare presto il successo completo. Intanto mi guardo indietro… e mi do una bella pacca sulla spalla e mi dico Concita vai avanti, continua a credere in te. E anche questo, secondo me, è un successo… che sta succedendo!
    Baci a tutti

  4. Alessandro Mora

    Cari Matteo e Concita,

    mi fa proprio piacere leggere i vostri commenti… e sono felice di aver potuto contribuire alla vostra “causa” :-)

    Un abbraccio e a prestissimo.

    Alle

  5. La vita è una guerra continua? PNL e metafore | Coaching per te

    […] è l’atteggiamento e il comportamento che posso permettermi di utilizzare? Ricorda, il passato è successo, usa oggi quello che serve per […]

Corsi di PNL Ekis

Master in Coaching